Come muoversi in Turchia: treno

Il treno è uno dei mezzi più piacevoli per muoversi attraverso il territorio di un Paese, godendosi il paesaggio che ci circonda e senza lo stress del traffico; in Turchia viene utilizzato da molte persone, soprattutto perché ha un costo inferiore ad altri metodi di trasporto, come l’aereo e l’autobus.

La rete ferroviaria turca non è però molto capillare e spesso i tempi di percorrenza sono piuttosto alti, anche se negli ultimi anni è stata avviata la costruzione di diverse linee ad alta velocità, alcune delle quali già attive ed altre prossime all’apertura, con mezzi che hanno standard e comfort paragonabili a quelli dei Paesi europei.

Al momento le città maggiori connesse tra loro tramite la rete ad alta velocità (YHT) sono Istanbul, la capitale Ankara e Konya; la tratta principale Istanbul-Ankara, della lunghezza di 560 km, viene percorsa in circa 4 ore e mezza da una decina di convogli ogni giorno, con prezzi dei biglietti di seconda classe piuttosto economici, attorno ai 10 Euro, mentre per arrivare a Konya servono 5 ore da Istanbul ed appena 1 ora e 50 minuti da Ankara.

B’Tian Dorsam, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Tutti i treni in partenza da Istanbul vanno presi dalla sua parte asiatica, dalle stazioni di Söğütlüçeşme, Bostancı o Pendik, tutte raggiungibili comodamente dal 2019 con la linea urbana Marmaray, ad eccezione del convoglio delle 6:35, che parte dalla stazione di Halkalı, situata nella periferia occidentale della metropoli, non distante dal vecchio aeroporto di Atatürk.

Gli orari di tutti i treni dell’alta velocità sono consultabili sul sito delle ferrovie turche nella sezione Yüksek Hızlı Tren (YHT), all’indirizzo https://www.tcddtasimacilik.gov.tr/seferler/yuksek-hizli-tren/.

Nel corso dei prossimi anni verranno aperte altre tratte, con il prolungamento fino a Sivas verso est e fino a Smirne verso sud-ovest, in modo da collegare anche la terza città più popolata della Turchia, nonché importante porto sul Mar Egeo; è inoltre in fase avanzata di costruzione la linea Istanbul-Edirne, da cui poi muoversi verso la Bulgaria e gli altri Paesi europei limitrofi, con tempi che verranno ridotti di ben due terzi rispetto alle attuali 4 ore.

Le linee tradizionali sono invece generalmente più lente rispetto agli autobus, senza contare che molte città ed aree non sono raggiunte dalla rete ferroviaria, basti pensare a gran parte della Costa Turchese, con località balneari come Bodrum, Marmaris, Antalya ed Adalya o ancora alla Cappadocia ed a Trebisonda sul Mar Nero.

Tutti i servizi passeggeri sono attualmente operati dalla State Railways of the Republic of Turkey (TCDD), che offre anche un sistema di prenotazione online disponibile in lingua inglese oltre che turca, tramite il sito https://ebilet.tcddtasimacilik.gov.tr/, ma in cui è però necessario inserire un numero di telefono locale per completare l’acquisto, per cui bisogna affidarsi ad una delle agenzie turistiche autorizzate, alcune delle quali offrono questa opzione sul loro sito web; il ticket è acquistabile con un massimo 14 giorni di anticipo per i treni ad alta velocità ed 1 mese per quelli standard.

Nei periodi di minor affollamento si riescono comunque a trovare i ticket per i treni del giorno stesso o di quelli successivi anche presso le biglietterie delle stazioni, a meno che non siano treni notturni, per i quali i posti con cuccetta sono più difficilmente reperibili all’ultimo minuto ed andrebbero prenotati alcuni giorni prima.

Se amate questo mezzo di trasporto potete sacrificare qualche ora in più per un viaggio in treno, che spesso avviene attraversando paesaggi molto spettacolari e variegati, magari in combinazione con gli autobus, per quelle mete sprovviste di stazioni ferroviarie.

Il governo turco ha inoltre attivato alcune linee turistiche, per valorizzare il territorio e con soste programmate nelle città e località più interessanti; uno dei più famosi, il Dogu Express, collega la capitale Ankara a Kars, città situata nell’estremità nord-orientale del Paese, a 40 chilometri dal confine con l’Armenia, mentre il Vangolu Express porta da Ankara fino a Tatvan, sulle sponde occidentali del Lago Van, il maggior lago della Turchia.

Link:

Ferrovie Turche