Ankara

La capitale turca Ankara era un centro abitato di circa 35.000 abitanti agli inizi del XX secolo; nello stesso anno in cui venne proclamata la Repubblica di Turchia, nel 1923, la città divenne il centro politico del Paese, per via della sua posizione più centrale rispetto ad Istanbul, che da secoli costituiva il cuore dell’Impero Ottomano.

Grazie al suo nuovo ruolo si ebbe una crescita costante della città, che già nel 1973 contava circa 1 milione e mezzo di persone, con la soglia dei 5 milioni superata una manciata di anni fa, che l’hanno resa di gran lunga la seconda città più popolata del Paese.

Ankara venne fondata oltre due millenni fa e conquistata durante la sua storia dall’Impero Romano nel 25 a.C., di cui sono rimaste alcune testimonianze, in particolare nella zona dove sorgevano le terme ed a fianco della Moschea di Haci Bayram, con le rovine del Tempio di Augusto.

Foto di Turchiapertutti.it

La città si trova nell’Altopiano Anatolico, a 938 metri di altezza, in una delle zone più secche della Turchia, ma è stata dotata di molti parchi e spazi verdi, sia nel centro che nelle aree residenziali periferiche, che fanno da contrasto al paesaggio piuttosto brullo ed al territorio circostante costituito in buona parte da steppe.

L’area più antica è quella della Cittadella, situata su una collina che domina il resto della città e che ha composto il nucleo dalla quale si è in seguito espansa l’Ankara più moderna.

Solitamente esclusa dai circuiti turistici principali, è una città che offre comunque diversi spunti d’interesse, dati in particolare da musei di ottima fattura, oltre che da alcuni quartieri storici nei quali si trovano tracce dei vari popoli che si sono susseguiti nella lunga storia di Ankara.

Sono originari di queste zone diversi animali caratteristici della Turchia, tra cui il gatto, la capra ed il coniglio di Angora (nome antico della città), mentre a livello agricolo le pere ed il miele sono i prodotti più apprezzati.

Il clima è semi-arido con precipitazioni medie annuali attorno ai 400 mm, ben distribuite nell’arco dell’anno, ad eccezione del periodo estivo, in cui le piogge sono più scarse; notevole la differenza fra le temperature medie sui 24° C dei mesi di luglio ed agosto, con massime attorno ai 30° C e picchi vicino ai 40° C, ma con umidità bassa, e quelle invernali molto prossime allo zero e con minime che possono scendere ad oltre -20° C quando penetrano da nord le gelide correnti siberiane.

Posizione e come arrivare ad Ankara

L’aeroporto internazionale di Esenboğa si trova circa 25 km a nord-est del centro di Ankara ed offre collegamenti diretti con diverse città europee e del Medio Oriente, ma al momento nessuna con l’Italia; sono attive fra le altre tratte da Monaco di Baviera, Vienna, Parigi, Zurigo, Dubai, oltre a collegamenti giornalieri con tutte le maggiori città turche.

Il centro città si può raggiungere in poco meno di 1 ora grazie ad una linea di autobus urbani o più velocemente in taxi, mentre è in fase di studio la linea della metropolitana M5 fra stazione dei treni ed aeroporto.

Da qualche anno Ankara è una delle tre maggiori città turche, con Istanbul e Konya, servite da linee ferroviarie ad alta velocità (YHT), con la stazione situata in posizione molto comoda e centrale, vicino al Parco di Gençlik; il tempo di collegamento con Istanbul, dalla stazione di Söğütlüçeşme, è stato notevolmente ridotto alle attuali 4 ore e mezza necessarie per coprire 561 km, paragonabile a quello necessario per un volo interno con i vari trasferimenti per raggiungere gli aeroporti; il costo è di poco più di 10 Euro per la classe economica, 15 Euro per la business.

Ankara è raggiungibile da Istanbul anche con i bus di Flixbus in circa 7 ore, con prezzo del biglietto attorno ai 20 Euro.

Konya, distante poco più di 300 km si raggiunge invece in appena 1 ora e 50 minuti, con la linea estesa ad inizio 2022 fino a Karaman, 100 chilometri più a sud; dal 2023 sarà inoltre attivo il prolungamento verso est fino alla città di Sivas, a 405 chilometri dalla capitale.

Per altri tragitti si possono utilizzare gli autobus, che coprono una porzione di territorio più ampia ed hanno prezzi molto competitivi, ma ovviamente sono più lenti di aereo e treni ad alta velocità; la stazione centrale si trova lungo la strada D200 ed è servita dalla fermata AŞTİ della linea di metropolitana leggera Ankaray.

Sito aeroporto

Cosa vedere ad Ankara

Anıtkabir (Mausoleo di Atatürk)

L’Anıtkabir è il monumento più importante per il popolo turco, in quanto contiene le spoglie di Mustafa Kemal Atatürk, politico e rivoluzionario che permise la nascita della Repubblica Turca nel 1923, della quale fu il primo presidente, fino alla sua morte avvenuta il 10 novembre del 1938.

Nel 1941 il governo turco decise di costruire un mausoleo in onore del suo eroe nazionale, invitando architetti di tutto il Mondo ad inviare il loro progetto; fra le 49 proposte valutate vinse quella del professore turco Emin Halid Onat e del suo collaboratore Orhan Arda, con la costruzione iniziata nel 1944 e completata ed inaugurata nove anni più tardi, l’1 settembre del 1953.

L’Anıtkabir si trova su una collina nella zona di Rasattepe, visibile da ogni parte della città ed in una delle sue stanze contiene anche le spoglie del secondo presidente turco, İsmet İnönü, morto nel 1973; viene inoltre utilizzato per importanti cerimonie ed in occasione delle visite di capi di Stato esteri.

All’interno di questo maestoso ed imponente edificio si trovano diversi manufatti legati alla guerra di indipendenza della Turchia, oltre ad oggetti personali di Atatürk.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
9:00 – 16:30 (dall’1 febbraio al 14 maggio)
9:00 – 17:00 (dal 15 maggio al 31 ottobre)
9:00 – 16:00 (dall’1 novembre al 31 gennaio)
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
2,5 km a sud-ovest della stazione centrale di Ankara
1,5 km a nord-ovest della fermata della metro Necatibey (linea M2)

Cittadella di Ankara

La Cittadella costituisce la parte più antica di Ankara, risalente a ben prima della nascita di Cristo; sorge su una collina che offre ottimi panorami sul resto della città.

Le prime fortificazioni nella zona furono edificate dai Frigi durante il VIII secolo a.C. ed in seguito restaurate dai Galati nel 278 a. C., con altri interventi successivi in epoca romana, bizantina, selgiuchide ed infine ottomana.

Sul picco della collina sorge il castello, seppur molto rimaneggiato, circondato da centinaia di edifici di rilevanza storica, alcuni dei quali trasformati in ristoranti o negozi di antiquariato e souvenir.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
10:00 – 20:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
1,5 km ad est del Parco di Gençlik

Museo delle Civiltà Anatoliche

Il Museo delle Civiltà Anatoliche si trova nella parte meridionale della Cittadella ed è uno dei più bei musei archeologici della Turchia; voluto da Atatürk, venne aperto nel 1943 ed allestito all’interno di due vecchi edifici ottomani risalenti al XV secolo.

Sono presenti un gran numero di reperti risalenti al periodo dell’Impero Ittita, il più noto degli antichi popoli dell’Anatolia, ma anche manufatti ancora più vecchi, come quelli rinvenuti nel sito del villaggio neolitico di Çatalhöyük.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30 – 17:00 (dall’1 Novembre al 31 Marzo)
8:30 – 19:00 (dall’1 Aprile al 31 Ottobre)
Nessun giorno di chiusura
75 Lire Turche
1 km ad est del Parco di Gençlik

Moschea di Haci Bayram

Moschea costruita agli inizi del XV secolo, in onore del poeta e derviscio Hacı Bayram-ı Veli, fondatore dell’ordine derviscio bayramiye e per questo luogo di pellegrinaggio per molti fedeli.

Molto interessanti anche gli edifici circostanti, con antiche mansioni e giardini di epoca Ottomana e le rovine romane del Tempio di Augusto, con una parete lungo la quale è praticamente appoggiata la moschea.

Haci Bayram Mosque 02

Bernard Gagnon, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sempre aperta
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
1 km a nord-est del Parco di Gençlik e della fermata della metro Ulus (linea M1)

Moschea di Kocatepe

Costruita fra il 1967 ed il 1987, è la moschea più grande di Ankara ed una delle più imponenti di tutta la Turchia; può ospitare fino a 24.000 fedeli contemporaneamente.

La Moschea di Kocatepe si trova nel quartiere centrale di Kizilay ed è visibile da molto lontano per via delle sue notevoli dimensioni, coi 4 minareti che raggiungono un’altezza di 88 metri; è in stile ottomano neo-classico.

Kocatepe Camii Ankara

Bjørn Christian Tørrissen, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
10:00 – 16:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
900 metri a sud-est della fermata della metro Kizilay (linea M1 ed Ankaray)

Museo della Prigione di Ulucanlar

La Prigione di Ulucanlar venne aperta nel 1925, due anni dopo che Ankara divenne la capitale della Turchia, sfruttando un precedente deposito militare; era utilizzata soprattutto per imprigionare i dissidenti politici e fu teatro anche di alcune esecuzioni.

Chiusa nel 2006, dopo 81 anni di attività, è stata trasformata in museo nel luglio del 2011, dopo ingenti opere di restauro necessarie, a causa di un paio di devastanti incendi avvenuti quando era ancora in uso.

Ward of Ulucanlar

YGulyayeva, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
10:00 – 17:00
Lunedì
9 Lire Turche
1 km a nord-ovest della fermata della metro Dikimevi (linea Ankaray)

Museo Rahmi M. Koç

Il museo Rahmi M. Koc è un museo della tecnologia e della scienza, ospitato in uno splendido palazzo risalente agli inizi del XVI secolo, con esposizioni suddivise su tre diversi piani.

Sono presenti sia molti pezzi originali ed autentici che fedeli repliche, con sezioni dedicate all’agricoltura con i relativi macchinari, alla fotografia, ai trasporti; le didascalie sono anche in inglese, oltre che in turco.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
10:00 – 17:00 (dal Martedì al Venerdì)
10:00 – 19:00 (Sabato e Domenica)
Lunedì
31 Dicembre, 1 Gennaio e nelle festività religiose
30 Lire Turche (adulti)
20 Lire Turche (gruppi di 10 o più persone)
15 Lire Turche (studenti)
200 metri a sud-est del Museo delle Civiltà Anatoliche

Parco di Gençlik

Il grande parco cittadino di Gençlik si trova in posizione piuttosto centrale, nel quartiere di Ulus; si estende su un totale di 27 ettari ed al suo interno sono presenti molti caffè e bar, in cui poter effettuare una piccola pausa, oltre ad alcune giostre, inclusa una ruota panoramica.

Nei suoi pressi vi sono la Stazione Centrale, il Teatro dell’Opera, l’Ankara Arena, uno stadio di calcio e vari edifici commerciali.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
A sud della fermata della metro Ulus (linea M1)
300 metri a nord-est della stazione centrale

Quartiere storico di Hamamönü

Pochi anni fa il distretto di Hamamönü, nel quartiere di Hacettepe, ha subito un’opera di ristrutturazione che ha coinvolto circa 250 case, una moschea e sette strade.

Gli edifici ottomani risalenti al XIX secolo sono stati così riportati all’antico splendore, creando questa piccola area storica molto interessante e caratteristica, con caffè, ristoranti e piccoli negozi.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
800 metri a nord della stazione della metro Kurtuluş (linea Ankaray)

Torre Panoramica di Atakule

Torre alta 125 metri, situata all’interno di un centro commerciale, ottima per osservare Ankara dall’alto; oltre ad un osservatorio comprende un ristorante girevole che in 1 ora circa compie un intero giro panoramico di 360 gradi.

Atakule

alp eren özalp, CC0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
10:00 – 22:00
Nessun giorno di chiusura
A sud del Parco Botanico di Ankara

Museo della Repubblica

Il Museo della Repubblica è costituito da quella che fu la sede del Parlamento della Turchia dal 1923 al 1960, con molte delle riforme operate da Atatürk discusse ed approvate in queste sale.

Dopo un periodo di restauro è stato aperto al pubblico come museo nel 1981 e contiene diversi cimeli ed effetti personali appartenuti ai vari presidenti turchi.

Cumhuriyet Müzesi, 2018 01

Gargarapalvin, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30 – 17:00 (dall’1 Novembre al 31 Marzo)
8:30 – 20:00 (dall’1 Aprile al 31 Ottobre)
Nessun giorno di chiusura
30 Lire Turche
250 metri a nord del Parco di Gençlik

Museo all’aperto di Altınköy

L’Altınköy Open Air Museum è un museo situato all’aria aperta, nella periferia nord-orientale della capitale, nel quale sono presenti ricostruzioni di edifici tipici dell’Anatolia.

Si sviluppa su una serie di colline, con gli edifici arricchiti da strumenti agricoli utilizzati nella vita di campagna di qualche decennio fa e la presenza di molti degli animali tipici delle fattorie.

Altınköy Açık Hava Müzesi 03

gokhanksm, CC0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
10:00 – 18:00 (dal Martedì al Venerdì)
10:00 – 19:00 (Sabato e Domenica)
Lunedì
9 Lire Turche
12 km a nord-est del centro città

Museo Etnografico

Il Museo Etnografico di Ankara, costruito fra il 1925 ed il 1928 su istruzioni del presidente Atatürk, è dedicato alle culture e popolazioni turche, presenti in varie aree dell’Asia.

Si trovano in esposizione manufatti legati alle tradizioni così come oggetti di artigianato in porcellana, capi di abbigliamento, tappeti e molto altro.

Ankara - City scenes - in the Etnografya Muzesi (11078164064)

Murray Foubister, CC BY-SA 2.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
9:00 – 17:00 (dall’1 Novembre al 31 Marzo)
9:00 – 19:00 (dall’1 Aprile al 31 Ottobre)
Nessun giorno di chiusura
25 Lire Turche
600 metri a sud-est del Parco di Gençlik
1,5 km ad est della stazione centrale di Ankara