Costa Turchese

La Costa Turchese, nota anche come Riviera Turca, è un lungo tratto di mare compreso nelle due province di Antalya e di Muğla, da Gazipaşa fino a Bodrum, anche se a volte sono incluse anche località come Çeşme, Kuşadası e Didim, poste più a nord.

Questa sezione di costa della Turchia, che si estende fra le due regioni del Mar Egeo e del Mar Mediterraneo, offre un mare molto bello e limpido con colore blu tendente al verde a seconda della profondità dell’acqua, motivo per il quale è stata denominata Costa Turchese.

Lungo la costa si alternano città più grandi e rinomate a livello internazionale, quali Bodrum, Marmaris ed Antalya ad altre località più piccole e molto caratteristiche come Dalyan, Ölüdeniz e Kaş, oltre a zone più montuose ed impervie, prive di grandi strutture ricettive, e lunghe penisole in cui regna sovente il silenzio, per una vacanza più tranquilla.

Foto di Turchiapertutti.it

La Costa Turchese offre inoltre moltissimi spunti storici, in particolare nella regione storica della Licia, con innumerevoli e splendidi resti archeologici risalenti al periodo greco e romano, dove visitare antichi teatri, tombe scavate nella roccia, acquedotti e vecchie chiese cristiane oppure rilassarsi su spiagge circondate da rovine millenarie.

Non mancano inoltre le bellezze naturali, con montagne alte fino a ben 3.000 metri, che offrono panorami mozzafiato sulla costa e sui dintorni, stretti e suggestivi canyon, ottimi per una giornata più attiva ed al fresco, e splendide grotte tutte da esplorare.

Se vi attirano i viaggi in barca questa è una delle aree di Mediterraneo più adatte per una vacanza di questo tipo, con crociere in caicco, tipica imbarcazione in legno di origine turca, che possono toccare anche una o più isole della vicina Grecia.

Per un viaggio itinerante, che includa diverse delle località della Riviera Turca, consigliamo il noleggio auto, dato che alcune destinazioni sono difficili da raggiungere coi mezzi pubblici; l’intero tragitto da Bodrum fino ad Alanya richiederebbe almeno 2 settimane per esplorare bene l’area, perciò è meglio concentrarsi solo su una zona se avete meno tempo a disposizione.

Il clima è di tipo mediterraneo, col mare che diventa via via più caldo spostandosi verso est, dove si può fare il bagno anche a novembre inoltrato; in estate le precipitazioni sono molto scarse in tutte le località della Costa Turchese, anche se le temperature possono raggiungere o anche superare i 40° C nelle giornate più calde, per cui sono molto indicati i mesi di giugno e settembre per una vacanza al mare abbinata alla visita di alcuni siti archeologici della zona.

Posizione e come arrivare nella Costa Turchese da Istanbul

>

Le città e località della Costa Turchese distano dai 700 ai 900 chilometri da Istanbul, con quelle principali che si possono raggiungere in bus, anche se il viaggio sarà abbastanza lungo, dalle 10 alle 15 ore, con prezzo del biglietto di 20-35 €, a seconda di destinazione, periodo ed orario; il numero di corse giornaliere è molto elevato, specialmente per le località maggiori, perciò non sarà così difficile trovare un biglietto anche last minute.

L’opzione migliore è però quella dei voli aerei, anch’essi molto frequenti nei mesi estivi, con volo che dura poco più di 1 ora e prezzi per la sola andata a partire da soli 25 €, se prenotati col dovuto anticipo.

La Costa Turchese è servita da 4 aeroporti, tutti con voli sia della Turkish Airlines che della Pegasus Airlines, le due compagnie più grandi della Turchia, con la seconda che opera da Sabiha Gökçen, mentre la compagnia di bandiera turca ha in più voli dal Nuovo Aeroporto, situato a nord-ovest della città, perciò se arrivate dall’Italia e fate solo scalo ad Istanbul, usando la medesima compagnia per le due tratte, non dovrete cambiare aeroporto.

A seconda della vostra destinazione finale sceglierete l’aeroporto più adatto fra quelli di Milas-Bodrum, di Dalaman, di Antalya o di Gazipaşa-Alanya, per la parte più orientale della regione.

Se vi fermate solamente in 1-2 località allora potete limitarvi all’uso dei mezzi pubblici per spostarvi, altrimenti consigliamo il noleggio auto in uno degli aeroporti citati o al massimo nella prima città del vostro viaggio, per poter visitare l’area in piena autonomia, potendo inoltre raggiungere zone più remote e meno battute dal turismo di massa.

Città e località principali della Costa Turchese

Nella mappa sottostante potete vedere la posizione delle destinazioni più importanti della Riviera Turca, oltre agli aeroporti principali.

Bodrum è una delle località balneari della Turchia più note a livello internazionale assieme ad Antalya; sorge sull’omonima penisola bagnata dal Mar Egeo, dove si trovava in passato l’antica città greca di Alicarnasso, ed oggi conta oltre 100.000 abitanti.

È la destinazione della Costa Turchese più indicata per chi cerca una vibrante vita notturna oltre al relax diurno, ma già spostandosi di pochi chilometri dal centro si possono trovare sistemazioni più tranquille e spiagge meno affollate; sono presenti alloggi per tutte le tasche, dagli hotel e resort di lusso ad appartamenti e case in affitto durante l’estate.

Fra le attività consigliate vi sono i tour in barca nei dintorni e la visita dell’isola greca di Kos, raggiungibile in appena 30 minuti di traghetto; interessanti anche il Castello di San Pietro ed il Mausoleo di Alicarnasso, una delle Sette Meraviglie del Mondo Antico.

Bodrum Kalesi 02

Gargarapalvin, CC BY 4.0, via Wikimedia Commons

Marmaris è il più grande porto turistico della Turchia, utilizzato da molte compagnie come luogo di partenza delle crociere in caicco lungo la Costa Turchese.

La città è dominata dall’antico castello, più volte ristrutturato, mentre nei dintorni sono presenti altre testimonianze storiche greche e romane; come Bodrum offre diverse opportunità di divertimento notturno, così come strutture ricettive di varie categorie e qualità.

Ad ovest e sud-ovest di Marmaris si sviluppano due lunghe e belle penisole, Datça e Bozburun, con splendide spiagge, appartate calette e villaggi di pescatori non ancora toccati dal turismo di massa, ideali per chi è alla ricerca di una vacanza in totale relax in mezzo alla natura.

Marmaris beach PD

TELLURIDE 749, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Dalyan è una piccola cittadina che a differenza delle altre località non si trova direttamente sulla costa, bensì a pochi chilometri da essa, lungo le rive del fiume Dalyan Boğazı, che collega il Lago Köyceğiz al mare.

Dal centro del paese si può raggiungere, in poco più di mezzora, la lunga e bella spiaggia di Iztuzu, dove nidificano e depongono le uova le tartarughe marine della specie caretta caretta, sia tramite strada che con dei caratteristici battelli dai quali osservare con calma il paesaggio circostante e le antiche tombe rupestri dell’antica città greca di Kaunos.

Dalyan è priva di grandi strutture ricettive ed ha conservato la sua struttura urbanistica storica; non è inoltre troppo frequentata per via della posizione, a qualche chilometro dal mare, ma è meritevole di una visita o di un breve soggiorno.

Foto di Turchiapertutti.it

Ölüdeniz

Ölüdeniz è una località posta pochi chilometri a sud della città di Fethiye e possiede quella che viene spesso considerata la più bella spiaggia della Turchia, oltre ad una idilliaca laguna protetta, una natura molto rigogliosa e dei paesaggi montuosi incantevoli.

Nei periodi di alta stagione Ölüdeniz risulta molto affollata con strade spesso bloccate, per via dell’alta densità di hotel e della presenza di un’unica via di accesso principale, utilizzata anche per raggiungere i piccoli paesini posti più a sud, con alloggi che offrono viste mozzafiato sul mare situato diverse centinaia di metri più sotto e con spiagge talvolta raggiungibili solo con un’imbarcazione o tramite impervi e faticosi sentieri, come la celebre Valle delle Farfalle.

Suggeriamo inoltre di dedicare una mezza giornata al vicino Monte Babadağ, raggiungibile tramite una comoda funivia e dal quale si possono effettuare dei lanci in parapendio oppure semplicemente rimanere affascinati dallo splendido panorama di cui si gode da questa montagna alta quasi 2.000 metri e poco distante dalla costa.

Foto di Turchiapertutti.it

Kaş

Kaş è una delle destinazioni della Costa Turchese più lontane da raggiungere, ma anche fra quelle più belle dal punto di vista paesaggistico, con le montagne del Tauro che fanno da cornice a questa cittadina di quasi 10.000 abitanti.

La costa in questo tratto di Mediterraneo è ricca di baie, insenature ed isole, inclusa Kastellorizo appartenente alla Grecia, ma ben visibile da Kaş, dato che dista molto poco dalla costa turca; una ventina di chilometri più ad est, anch’essa raggiungibile in barca senza grandi difficoltà, sorge l’isola di Kekova, che in passato era una fiorente città, ma venne sommersa dopo una fortissima scossa di terremoto avvenuta in zona nel II secolo d.C. e nelle cui vicinanze fa capolino il bel Castello di Simena.

Oltre alle spiagge rocciose non distanti dal centro di Kaş, si possono raggiungere verso ovest altre due spiagge di grande bellezza, Kaputaş, piccola ma molto suggestiva poiché circondata da alte pareti rocciose e la lunghissima Patara, che si snoda per 7 chilometri a ridosso delle rovine dell’omonima città, un tempo capitale della Licia.

Nella direzione opposta si raggiunge invece dopo circa 45 chilometri la città di Demre, dove si possono visitare le rovine di Myra, con un teatro molto ben conservato e delle antiche tombe licie scavate nella roccia, oltre alla Chiesa di San Nicola, in stile greco-ortodosso e nella quale sono conservate le spoglie del vescovo San Nicola di Bari.

Foto di Turchiapertutti.it

Adrasan, Çıralı ed Olympos

Dopo l’area più pianeggiante e fertile di Finike e Kumluca, il territorio torna ad essere montuoso ed aspro, con tratti di scogliera alternati a paesi con poche centinaia di abitanti ed a incantevoli spiagge, circondate da spettacolari cime e vette boscose, protette dal Parco Nazionale di Beydağları.

Questa zona è molto adatta al campeggio ed a un turismo più avventuriero o in cui si presta più attenzione al budget; le spiagge più note e belle sono quelle di Adrasan e quelle poco più a nord ed adiacenti fra loro di Çıralı e di Olympos, che si trova a ridosso dell’antica omonima ed un tempo fiorente città licia.

Molto interessanti anche i tour in barca, specialmente quelli che includono la piccola isola di Suluada, brulla ma dall’aspetto molto particolare ed affascinante, col mare circostante di estrema bellezza, quasi caraibico.

Foto di Turchiapertutti.it

Kemer

Kemer è una cittadina di circa 25.000 abitanti, situata poco più di 40 chilometri a sud-ovest del capoluogo Antalya; il territorio circostante è montuoso ed è anche possibile salire in funivia fino ai 2.366 metri del Tahtalı Dağı, dal quale si hanno dei fantastici panorami nelle giornate di cielo terso e sereno.

Per chi ama la natura bastano pochi minuti per raggiungere il Canyon di Göynük, con la parte finale che è occupata da uno stretto lago in cui vengono organizzate delle escursioni in gommone.

Nei pressi di Kemer, verso sud, si trovano anche le rovine della città portuale di Faselide, di origini greco-romane, con attorno delle belle spiagge circondate da un paesaggio di grande impatto.

Foto di Turchiapertutti.it

Antalya (o Adalia) è la più grande città della Costa Turchese, con oltre 1,2 milioni di abitanti raggiunti grazie ad un rapidissimo sviluppo turistico avvenuto a partire dagli anni 70, quando contava ancora solamente 95.000 abitanti.

La città conserva ancora un piccolo ed antico centro storico, nei dintorni del quale sono stati edificati col tempo centinaia fra hotel e resort, sia di livello medio che di lusso, locali di divertimento, ristoranti ed altri edifici moderni.

Le spiagge, non eccezionali se confrontate a quelle di altre località, si sviluppano ad est ed ovest, mentre la parte centrale è costituita da una scogliera alta fino a 30-40 metri, dove sfocia anche il fiume Düden, con una spettacolare cascata che si getta direttamente in mare.

I dintorni di Antalya offrono diverse alternative alla vita da spiaggia, con siti archeologici, canyon, parchi nazionali, grotte ed altre attrazioni di tipo naturalistico e storico.

Foto di Turchiapertutti.it

Side

Side era un’antica e fiorente città fondata da coloni greci nel corso del VII secolo a.C., oggi importante meta balneare, ma anche storica, della provincia di Antalya, circa 75 chilometri ad est del capoluogo.

Le spiagge non sono all’altezza di quelle più belle e famose della Costa Turchese, ma il punto di forza di Side risiede nella presenza di notevoli reperti archeologici, come il Tempio di Apollo, a pochi passi dal mare ed il teatro, anch’esso vicino al piccolo centro storico, dove si possono osservare qua e là altre rovine, persino nei pavimenti di ristoranti o negozi, realizzati appositamente in materiale trasparente.

La città è abbastanza caotica e frequentata durante le settimane turistiche di punta, per cui non è l’ideale soggiornarvi se preferite maggiore tranquillità durante le ore notturne.

Foto di Turchiapertutti.it

Alanya è una città costiera situata nella parte orientale della provincia di Antalya, l’ultima fra le località balneari principali della Costa Turchese, prima di un tratto di mare non ancora molto sviluppato a livello turistico.

La posizione della città ne ha fatto una roccaforte di diversi imperi coi monumenti più rilevanti che risalgono al periodo selgiuchide; nei dintorni sono inoltre presenti i resti di città millenarie, purtroppo però in cattivo stato di conservazione.

Alanya è divisa in due parti da una penisola rocciosa dove sorge un imponente castello dal quale si hanno splendidi panorami sulla città e sul Mar Mediterraneo, raggiungibile anche tramite una breve e panoramica funivia.

Essendo una città di quasi 200.000 abitanti non mancano i locali di divertimento, ma nelle zone limitrofe sono numerose anche le attrazioni di tipo naturalistico, come il Canyon di Sapadere o la Grotta di Dim, nell’omonimo parco nazionale.

Denizle Şehrin Muhteşem Buluşması

Roarting, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons