Antalya

Antalya (o Adalia) è una città di 1,2 milioni di abitanti situata lungo la costa sul Mar Mediterraneo, all’estremità dell’omonimo golfo ed alle pendici degli imponenti Monti del Tauro; a partire dagli anni settanta ingenti investimenti nel settore turistico l’hanno resa una delle maggiori e più apprezzate destinazioni balneari della Turchia.

La città venne fondata col nome di Attalia dal re di Pergamo Attalo III nel corso del II a.C., una manciata di anni prima della conquista da parte dell’Impero Romano; in seguito passò sotto il dominio bizantino, selgiuchide ed infine ottomano, mentre poco prima di venire incorporata nella neonata Repubblica di Turchia venne controllata per tre anni, fra il 1919 ed il 1922, da un contingente militare italiano.

Nel 1970 Antalya aveva appena 95.000 abitanti, diventati oltre dieci volte tanto nel 2010, quando la città ha superato la soglia del milione di persone, grazie al massiccio sviluppo edilizio e turistico, con la costruzione di strutture ricettive ed hotel di ogni genere e categoria; accanto al nucleo storico di Kaleiçi si sono così sviluppati molti nuovi quartieri nati praticamente dal nulla.

Dat doris, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Le coste sono adatte alla balneazione nella parte occidentale ed orientale di Antalya, mentre il litorale centrale è roccioso con scogliere alte fino a 30-40 metri, sulle quali sorgono alcuni suggestivi parchi (Karaalioglu, Falez, Duden, Yavuz Ozcan, Atatürk), che offrono dei magnifici panorami su mare e città con le montagne del Tauro come sfondo.

Discoteche, locali notturni, bar e parchi di divertimento sono presenti in gran numero, visto il grandissimo flusso turistico che coinvolge la città, ma sono altresì presenti, ad Antalya stessa o nel raggio di poche decine di chilometri da essa, anche diverse attrazioni culturali, come musei, antiche città di origine greca ed edifici storici, che naturali, con splendide cascate, parchi nazionali, canyon e sentieri per il trekking.

Antalya si presta perciò ad una vacanza di puro relax e divertimento, ma anche all’esplorazione di luoghi dalla ricca storia millenaria, alla scoperta di bellezze naturali ed all’avventura, con la sua provincia che si estende per oltre 400 chilometri da est ad ovest e racchiude moltissimi altre località di grande interesse e fascino.

Il clima è di tipo mediterraneo, con estati molto calde (le temperature massime di luglio ed agosto si attestano in media attorno ai 35° C) e quasi totalmente prive di precipitazioni, che sono piuttosto frequenti ed abbondanti nei miti mesi tardo-autunnali ed invernali, con minime che scendono fino a 6/7° C e massime ancora gradevoli di poco superiori ai 15° C; l’acqua del mare supera i 20° C da metà maggio ad inizio dicembre, un periodo piuttosto lungo se confrontato con altre località balneari del Mediterraneo, perciò si possono preferire i mesi di maggio, giugno, settembre ed ottobre all’estate piena.

Posizione e come arrivare ad Antalya

Antalya si trova circa 700 km a sud di Istanbul ed a poco meno di 500 km dalla capitale Ankara; dispone di un aeroporto internazionale situato nella periferia orientale della città, con collegamenti per tutti i maggiori centri della Turchia, oltre che per diverse destinazioni asiatiche ed europee, in particolare in Germania e Regno Unito, mentre al momento non esiste nessun collegamento diretto con l’Italia.

I frequentissimi voli giornalieri da e per Istanbul sono effettuati da Turkish Airlines, AnadoluJet e Pegasus Airlines, con le ultime due compagnie che volano da Sabiha Gökçen, mentre la compagnia di bandiera turca utilizza il Nuovo Aeroporto nella parte europea della metropoli; il volo dura poco più di 1 ora ed i biglietti si trovano a partire da 25/30 € per la sola andata, con prezzi di poco superiori in alta stagione.

Antalya non dispone di una stazione ferroviaria, perciò l’unica alternativa sono gli autobus, che però impiegano ovviamente molto più tempo per giungere a destinazione, visto che la tratta verso Istanbul richiede almeno 11 ore di viaggio; per Konya, la città di grandi dimensioni più vicina (300 km), servono invece 5 ore abbondanti.

Per esplorare i dintorni risulta molto comodo noleggiare un auto direttamente all’aeroporto, mezzo indispensabile per recarsi nelle località più piccole o remote, dato che i mezzi pubblici coprono bene solo l’area metropolitana di Antalya e gli insediamenti lungo le strade nazionali come la D400, che segue tutta la costa.
Sito aeroporto

Cosa vedere ad Antalya

Città Vecchia (Kaleiçi)

La Città Vecchia corrisponde alla parte più antica di Antalya, abitata fin dai tempi dell’Impero Romano, di cui sono rimaste alcune tracce, come la Porta di Adriano, un arco trionfale eretto nel 130 a.C. dopo che l’imperatore Adriano visitò la città e che costituiva una delle porte di entrata del quartiere storico di Kaleiçi, circondato un tempo da una cinta muraria, visibile oggi solo parzialmente.

Kaleiçi occupa una piccola parte di Antalya ed ha conservato uno stile ottomano, con belle case e palazzi antichi che si affacciano su strette stradine di ciottoli, le quali conducono al mare ed al piccolo porto cittadino, anch’esso costruito in epoca romana.

In questo pittoresco quartiere sono presenti diversi piccoli hotel, bar, ristoranti, musei e gallerie d’arte, oltre a negozietti di souvenir ed artigianato locale, dove poter acquistare ad esempio un tappeto turco.

Sharon Hahn Darlin, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
A nord-est del Porto Romano

Cascata Bassa del Düden

La cascata bassa del Düden è uno dei simboli di Antalya, grazie al fiume Düden che si getta direttamente nel Mediterraneo dalla scogliera soprastante, per uno spettacolare salto di circa 40 metri.

L’ultimo tratto del fiume e la cascata sono compresi nell’omonimo parco cittadino, che offre l’opportunità di poter scattare foto da varie angolature; vengono inoltre organizzati dei tour in barca che permettono di osservare la cascata dal basso.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Gratuita
3 km ad ovest della Spiaggia di Lara

Spiagge

Un lungo tratto di costa, nella zona centrale della città, è caratterizzato da scogliere alte alcune decine di metri, dove sono presenti solo delle brevi spiagge rocciose e col mare che diventa subito profondo.

Nell’area occidentale ed orientale si trovano invece spiagge di sabbia o ciottoli fini, che si sviluppano per diversi chilometri, rispettivamente quella di Konyaaltı, lunga oltre 7 km fino alle pendici dei Monti Beydağları e quella ancora più estesa (10 km) di Lara, anche se solo tre chilometri nella parte ovest sono di accesso pubblico, col resto occupato da numerosi hotel e resort a 4-5 stelle.

La spiaggia di Lara è più adatta alle famiglie con bambini, grazie ad acqua in genere più calda e calma rispetto alla spiaggia di Konyaaltı, che ha dalla sua un panorama più spettacolare; in entrambi i casi l’acqua è piuttosto pulita e vi sono numerosi beach clubs, bar, ristoranti e locali notturni sulle strade adiacenti, oltre alla possibilità di praticare attività come il windsurf, il jet skiing o il paragliding.

Falezlerden Antalya Konyaaltı Plajına doğru bir görünüm

Esginmurat, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Museo Archeologico di Antalya

Nel Museo Archeologico di Antalya sono esposti reperti provenienti da vari siti dell’area, quali l’antica città di Perge, con sculture di grande valore e la grotta di Karain, dove sono stati rinvenuti frammenti di scheletri dell’uomo di Neanderthal.

È uno dei musei più interessanti di questo genere della Turchia; fra gli oggetti più preziosi vi sono inoltre monete, gioielli, ceramiche e sarcofaghi, risalenti a diversi periodi storici, dall’Antica Licia agli Imperi Romano e Bizantino.

Tomb objects Antalya Museum

Elisa Triolo, CC BY-SA 2.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30 – 18:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:30 – 20:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
90 Lire Turche
2 km ad ovest del Porto Romano

Cascata di Kurşunlu

La Cascata di Kurşunlu è formata da un piccolo corso d’acqua ed è inserita in un bel parco naturale ampio quasi 600 ettari, costituito principalmente da una foresta di pini.

Per la visita si segue un breve percorso composto da alcuni sentieri collegati fra loro da dei ponti che attraversano il torrente; in estate la quantità d’acqua è piuttosto scarsa e di conseguenza la cascata è poco appariscente.

Kursunlu Waterfall 1

Burak Küçükarslan, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 18:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 19:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
18 Lire Turche
1,5 km dal bivio con la strada D685, fra Aksu e Topallı
20 km a nord-est del centro città

Cascata Alta del Düden

Il fiume Düden forma due diverse cascate, una alla foce nel Mediterraneo e l’altra, quella che si può denominare Cascata Alta del Düden, 15 chilometri più a nord, ai margini settentrionali della municipalità di Antalya.

La cascata è compresa in un parco che costituisce una piccola e fresca oasi, specialmente in estate, e che include anche delle grotte, dalle quali si possono scattare belle e particolari fotografie.

Antalya 08 02 2013 Düden Şelalesi

Volker Höhfeld, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
9:00 – 18:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
9:00 – 19:30 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
10 Lire Turche
8 km a nord del centro città

Parco di Karaalioglu

Il Parco di Karaalioglu si trova nelle vicinanze del Porto Romano e della parte più antica di Antalya, Kaleiçi; sorge su una scogliera ed è uno dei luoghi più panoramici della città, con la vista che abbraccia palazzi, mare e le montagne del Tarso, oltre che la storica Torre di Hidirlik, posta ai suoi margini.

Antalya. View from Karaalioglu Park to the sea

Bestalex, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sempre aperto
Gratuito
700 metri a sud-est del Porto Romano

Torre di Hidirlik

La Torre di Hidirlik è stata costruita nel corso del II secolo d.C. e faceva parte del sistema difensivo dell’antica città romana e bizantina, coi piani superiori aggiunti in seguito; è alta 14 metri e non è possibile visitarla, ma solamente camminarci attorno.

Hıdırlık Tower 04

Bernard Gagnon, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Al margine nord-occidentale del Parco di Karaalioglu
500 metri a sud del Porto Romano

Porto Romano

Il Porto Romano occupa una piccola insenatura adiacente alla parte più antica della città, Kaleiçi; venne costruito nel II secolo a.C. ed è rimasto quello principale della città fino al secolo scorso.

Si tratta di un porticciolo di medio-piccole dimensioni, circondato dalle mura rimaste in piedi della storica cittadella, oggi utilizzato come marina e dalle barche turistiche che effettuano escursioni nei dintorni.

Roman Harbour of Antalya - 2014.10 - panoramio (1)

rheins, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
A sud-ovest della Città Vecchia (Kaleiçi)

Acquario di Antalya

L’Acquario di Antalya ospita oltre 10.000 pesci, suddivisi in una quarantina di vasche, tra cui un tunnel lungo 130 metri, in cui si è circondati dall’acqua in alto ed ai propri lati.

Nel complesso, inaugurato nel 2012, sono presenti anche un museo della neve e del ghiaccio, un museo delle cere, un cinema 4D, oltre a ristoranti e bar; il costo del biglietto è piuttosto alto se rapportato ai prezzi per altre attrazioni della Turchia.

Antália - panoramio (10)

Tanya Dedyukhina, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
10:00 – 20:00
Nessun giorno di chiusura
630 Lire Turche (adulti)
485 Lire Turche (bambini dai 3 ai 12 anni)
Gratuito (bambini sotto i 3 anni)
2,5 km a sud-ovest del Museo Archeologico di Antalya

Antica Città di Perge

Perge venne fondata attorno al 1000 a.C. in un’area nella periferia nord-orientale dell’attuale Antalya; capitale della Panfilia, fu in seguito conquistata dai persiani e nel 333 a.C. dall’esercito di Alessandro Magno, prima di passare sotto l’influenza dell’Impero Romano agli inizi del II secolo a.C., periodo al quale risalgono la maggior parte delle rovine sopravvissute fino ai giorni nostri.

Fra le rovine che si possono visitare vi sono un anfiteatro che poteva ospitare 15.000 spettatori, il Tempio di Artemide, due chiese ed una palestra, oltre ad un’acropoli risalente all’età del bronzo; diverse statue rinvenute in questo sito si trovano oggi nel Museo Archeologico di Antalya.

Perge city overview

Saffron Blaze, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 17:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 20:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
100 Lire Turche
1,5 km a nord della strada D400, fra Aksu e Barbaros
16 km a nord-est del centro città

Moschea di Yivliminare

La Moschea di Yivliminare caratterizza col suo minareto la parte più antica della città; venne edificata una prima volta nel 1230 d.C. e poi ricostruita quasi 150 anni più tardi.

Il minareto scanalato è alto 38 metri e riflette lo stile dell’Impero Selgiuchide, con decorazioni tipiche di quel periodo storico; nel complesso religioso è presente anche un museo, la cui visita è gratuita.

Yivli Minare Mosque 01

Bernard Gagnon, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sempre aperta, eccetto negli orari di preghiera
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
Nella parte nord-ovest del quartiere storico di Kaleiçi
150 metri ad ovest della Torre dell’Orologio

Parco Nazionale del Monte Güllük-Termessos

È il più antico dei parchi nazionali della provincia di Antalya; prende il nome dal Monte Güllük (Güllük Dağı) e dal vicino sito archeologico di Termessos, antico insediamento nella regione della Pisidia.

Il parco è ampio 67 Km², è costituito da aree forestali e brulle cime montuose prive di vegetazione ed ha nel Canyon di Mecene, con pareti alte fino a 600 metri, la sua attrazione naturale maggiore; vi si accede dalla strada D330 che collega Antalya a Korkuteli oppure attraverso alcuni sentieri.

Güllük Milli Parkı ve Sur

SnnHsyn, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:30 – 17:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)

8:30 – 19:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)

Nessun giorno di chiusura
8 Lire Turche
24 Lire Turche per un’automobile
12 Lire Turche per una moto
Lungo la strada D330, 25 km a nord-ovest del centro di Antalya

Antica Città di Termessos

Termessos venne fondata dai Solimi ad un’altezza di 1.050 metri, in una vallata protetta dai Monti del Tauro; viene citata per la prima volta nel 334 a.C. quando Alessandro Magno invase quest’area dell’attuale Turchia, senza però attaccare questa città per via della sua posizione privilegiata, che la rendeva difficile da espugnare ed al costo di molte vite umane.
A causa della sua posizione offre un’atmosfera differente rispetto ad altri siti archeologici posti in aree più pianeggianti o collinari; inoltre non ha subito nessun lavoro di restauro e si presenta quindi come nel momento del suo abbandono avvenuto nel V secolo d.C., in seguito ad un violento terremoto.

Nel corso della visita si possono osservare i resti di due necropoli, della tomba di Alcetas, un comandante di Alessandro Magno, di un teatro dalla capienza di circa 4.200 posti, del Tempio di Artemide e di quello di Zeus Solimeo, il dio protettore della città.

Amphitheatre Termessos

Saffron Blaze, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30 – 17:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 20:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
20 Lire Turche
9 km a sud-ovest dal bivio con la strada D330

Funivia di Tünektepe

La funivia di Tünektepe, composta da cabine ad 8 posti, permette di raggiungere la cima dell’omonimo monte, nell’estremità sud-occidentale della municipalità di Antalya, dove sono presenti una manciata di caffè e ristoranti; si può arrivare anche con una strada oppure a piedi percorrendo un faticoso sentiero.

La stazione a valle è situata nei pressi del porto, mentre quella a monte si trova a 600 metri d’altezza e si raggiunge dopo 9 minuti di viaggio; i panorami dalla vetta del Tünektepe spaziano sia sulla costa verso sud che sulla città, non molto distante.

Antalya as seen from a cable car

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
10:00 – 18:00
Lunedì
165 Lire Turche (a/r per gli stranieri)
50 Lire Turche (a/r per i turchi)
Gratuita (bambini fino a 6 anni)
300 metri ad est della strada D400, fra Antalya e Kemer

Parco Divertimenti di Aktur

L’Aktur Park è uno dei parchi di divertimento più gettonati della città e consta di una quarantina di attrazioni per adulti, famiglie e bambini, che vanno pagate singolarmente; è presente inoltre la ruota panoramica più grande della Turchia, che arriva al suo apice a 90 metri d’altezza.

Парк аттракционов - panoramio - baloun

baloun, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
14:00 – 24:00 (dal Lunedì al Venerdì)
13:00 – 24:00 (Sabato e Domenica)
Nessun giorno di chiusura
Dalle 15 alle 25 Lire Turche per ogni attrazione
1 km a nord dell’Acquario di Antalya

Torre dell’Orologio

La Torre dell’Orologio (Saat Kulesi) si trova a ridosso della città vecchia ed è uno degli edifici più significativi di Antalya; venne costruita nel IX secolo d.C. durante il periodo bizantino e raggiunge un’altezza di 14 metri.

Antalya Saat Kulesi

Cobija, CC0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
150 metri ad est della Moschea di Yivliminare

Moschea di Murat Pasha

Una delle moschee più importanti di Antalya, con quasi 500 anni di storia alle spalle, dato che è stata costruita nel 1570 per ordine di Murat Pasha di Karaman; è ubicata a poca distanza dal quartiere antico di Kaleiçi.

Antalya Muratpaşa Mosque

Ont, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sempre aperta, eccetto negli orari di preghiera
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
700 metri a nord-ovest della Torre dell’Orologio

Zoo di Antalya

Lo zoo di Antalya, nella periferia nord-occidentale della municipalità, occupa un’area di 330 ettari ed è considerato uno di quelli con le condizioni migliori per gli animali, per quanto riguarda la Turchia.

Sono presenti oltre 800 specie diverse di animali, fra cui leoni, tigri, orsi, elefanti, giraffe ed elefanti, oltre a vari uccelli, quali pappagalli, struzzi e fenicotteri.

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
9:00 – 19:00
Nessun giorno di chiusura
7 Lire Turche
Gratuito (bambini fino a 12 anni)
Lungo la strada D650, 10 km a nord-ovest del centro città

Museo delle Sculture di Sabbia

Nel Museo delle Sculture di Sabbia (Sandland) sono esposte varie opere realizzate unicamente con acqua e sabbia, da artisti provenienti non solo dalla Turchia ma anche dall’estero.

Ogni anno le sculture precedenti vengono rimpiazzate da nuovi lavori, realizzati in base ad un tema specifico, che rimarranno visibili per tutti i 12 mesi successivi, grazie ad un apposito processo di conservazione, prima che si ricominci ad inizio maggio con un nuovo ciclo.

Sandland, Internationales Sandskulpturenfestival in Lara, Antalya

Dat doris, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
9:30 – 19:00 (dall’1 Novembre al 30 Aprile)
9:30 – 23:00 (dall’1 Maggio al 31 Ottobre)
Nessun giorno di chiusura
145 Lire Turche (adulti)
70 Lire Turche (bambini da 4 ai 12 anni)
Gratuito (bambini sotto i 4 anni)
Vicino alla Spiaggia di Lara, 12 km a sud-est del centro città

Grotta di Karain

La Grotta di Karain viene considerata come la prima abitazione dell’uomo primitivo in Anatolia, che la occupò nel corso del Paleolitico; si trova nelle alture a nord-ovest di Antalya.

Bisogna salire oltre 400 gradini per raggiungere l’imboccatura delle tre caverne di cui è composta la grotta; alla base della montagna è presente inoltre un piccolo museo, con reperti preistorici ritrovati in loco, mentre altri pezzi sono esibiti nel Museo Archeologico di Antalya.

Karain Mağarası 3759 edit

Dosseman, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 18:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 20:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
15 Lire Turche
8 km ad ovest dal bivio della strada D650
35 km a nord-ovest del centro città