Come muoversi in Turchia: autobus

L’autobus è forse il mezzo più utilizzato per gli spostamenti in Turchia, siano essi medio-brevi che più lunghi, in questo caso in alternativa all’aereo per risparmiare qualcosa o al treno, se la destinazione non è connessa alla rete ferroviaria nazionale.

Nel Paese operano moltissime compagnie, alcune con tratte un po’ in tutta la Turchia, altre solo in determinate zone; solitamente gli autobus sono moderni e dotati di aria condizionata, per cui il viaggio risulterà abbastanza comodo, anche se con l’aumentare delle distanze e del tempo necessario a raggiungere la propria destinazione si dovranno passare molte ore sul mezzo.

Sulle tratte più richieste operano più compagnie, con numerose corse giornaliere, alcune delle quali sono effettuate in notturna, perciò quasi sempre si possono acquistare i biglietti il giorno stesso del viaggio, poco prima della partenza.

Oltre all’autista è inoltre spesso presente uno stewart per snack e bevande, vi verrà fornita gratuitamente dell’acqua ed alle volte il bus dispone di una connessione wi-fi da poter utilizzare liberamente durante il viaggio; le strade principali turche sono in buone condizioni ed in lunghi tratti a 4 corsie, col traffico che non è molto sostenuto fuori dai grandi centri urbani.

Ilya Plekhanov, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

I prezzi dei biglietti sono piuttosto economici, anche se in estate salgono generalmente di qualche Euro; per le tratte Istanbul-Smirne o Istanbul-Ankara, con tragitti di circa 500 km, si spenderanno sui 10-15 €.

Le compagnie principali offrono la possibilità di acquistare i ticket direttamente online, però spesso i loro siti sono solamente in turco oppure viene richiesto un numero di telefono locale o un documento turco, per cui sarà complicato effettuare la prenotazione; per fortuna esiste un sito turco (anche in lingua inglese), www.obilet.com, dove si può cercare la tratta di nostro interesse e comperare il biglietto desiderato in un paio di minuti, da una delle tante aziende di bus proposte e senza commissioni aggiuntive.

Per spostarsi da Istanbul verso le altre maggiori destinazioni turistiche del Paese è più consigliato l’aereo, mentre l’autobus si può utilizzare ad esempio fra Efeso (Selçuk) e Pamukkale o per spostarsi fra le varie località della Costa Turchese, come Antalya, Kaş, Marmaris e Bodrum, dove non è presente nessuna linea ferroviaria.

Per tragitti più brevi, di qualche decina di chilometri, magari dal centro di una grande città verso delle mete turistiche vicine o altri centri minori della provincia, sono molto diffusi i dolmuş, una sorta di taxi collettivi, costituiti da minivan o minibus, con prezzi fissi prestabiliti e che partono una volta che sono saliti abbastanza passeggeri; le informazioni su fermate, prezzi e percorsi si trovano in loco, ad esempio tramite l’hotel dove si alloggia.

Link:

FlixBus
Metro Turizm
Istanbul Seyahat
Pamukkale Turizm