Bursa

Bursa è la quarta città della Turchia per numero di abitanti (poco meno di 2 milioni); si trova una ventina di chilometri dal Mar di Marmara, nella parte nord-occidentale del Paese, 150 km a sud di Istanbul, alla quale è collegata tramite l’autostrada O-5.

Fondata nel 202 a.C. col nome di Prusa, diventò ben presto una delle principali città della Misia; durante il Medioevo era uno dei più grandi centri per il commercio della seta, dato che si trovava lungo la famosa Via della Seta, mentre in seguito fu la capitale fra il 1326 ed il 1365 del giovane Impero Ottomano, che successivamente si espanse sia in Anatolia che in gran parte del Mediterraneo.

Bursa giace ai piedi del Monte Uludağ (2.543 m), noto in antichità come Olimpo della Misia ed oggi uno dei maggiori comprensori sciistici della Turchia, raggiungibile dalla città anche tramite una moderna funivia della lunghezza di quasi 9 chilometri e che offre numerose possibilità di trekking durante la bella stagione; fin dall’epoca romana e bizantina le calde acque termali di questa montagna vengono utilizzate a scopi terapeutici, in particolare nel distretto di Çekirge.

Foto di Turchiapertutti.it

Nella parte occupata una volta dalla cittadella e da cui si può osservare Bursa dall’alto, vi sono ancora delle tracce delle antica mura bizantine, mentre poco più ad est si trovano alcune della attrazioni più interessanti, come lo storico Mercato della Seta (Koza Han), la Grande Moschea, dei musei ed altri edifici di pregevole architettura ottomana.

Bursa è una città piuttosto verde, grazie a parchi urbani di discrete dimensioni, con un sistema di trasporti efficiente, costituito da due linee della metropolitana (Bursaray), che con 43 stazioni si sviluppa su un totale di 39 chilometri, ed altrettante linee di tram, attive nell’area più centrale.

Sul Mar di Marmara sorgono alcune località balneari dove potersi rilassare in estate, anche se di livello inferiore a quelle delle coste su Mar Egeo o Mediterraneo, soprattutto per la qualità dell’acqua; Mudanya è collegata ad Istanbul da un servizio di traghetti.

A Bursa è nato l’İskender Kebab, una delle versioni più famose di questo piatto conosciuto ormai in tutto il Mondo; la tradizione culinaria di questa città è piuttosto ricca, con molte altre pietanze da assaporare.

Il clima è simile a quello di Istanbul, mediterraneo di transizione, con estati abbastanza calde ed afose ed inverni in cui si alternano periodi più miti ad altri piuttosto freddi, con temperature che possono scendere di molti gradi sottozero quando penetrano correnti d’aria gelida da nord o dai Balcani; nei mesi più caldi, avari di precipitazioni, si superano in media di poco i 30° C di giorno, con picchi vicini o leggermente superiori a 40° C, ma di notte può fare talvolta fresco; le piogge sono frequenti, ma raramente abbondanti, da ottobre ad aprile.

Posizione e come arrivare a Bursa

Bursa è raggiungibile da Istanbul tramite autobus oppure con traghetti sia passeggeri che con trasporto auto, i quali arrivano a Mudanya, 25 km dal centro città; nel corso del 2023 dovrebbe essere inaugurata la stazione dei treni ad alta velocità della nuova linea Ankara-Smirne in fase di costruzione.

Gli autobus impiegano dalle 2 ore alle 3 ore e mezza, a seconda della zona di Istanbul di partenza e del momento della giornata, poiché in alcuni orari il traffico può essere molto sostenuto, mentre di notte il viaggio risulta più veloce; i ticket si trovano a prezzi base di 5-6 €.

La compagnia Bursa Deniz Otobüsleri (BUDO) effettua diverse corse giornaliere con traghetti veloci fra il porto di Eminönü/Sirkeci ad Istanbul e quello di Mudanya, con biglietti a partire da appena 3 € e viaggio della durata di 2 ore, al quale va aggiunto il tempo per arrivare a Bursa.

L’aeroporto di Bursa Yenisehir, situato 50 km ad est della città, offre invece collegamenti con la capitale Ankara e con tre città della Turchia orientale, Trebisonda, Erzurum e Muş, tramite voli della AnadoluJet.

Cosa vedere a Bursa

Koza Han

Il Koza Han è uno storico caravanserraglio di Bursa, un edificio utilizzato per le soste delle carovane che un tempo percorrevano la Via della Seta.

Venne inaugurato nel 1491 ed era dedicato soprattutto al commercio della seta, che veniva prodotta anche in città; oggi è un mercato che ospita negozi di tessuti ed altre merci.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:00 – 19:30 (Lunedì-Venerdì)
8:00 – 20:00 (Sabato)
10:30 – 18:30 (Domenica)
Nessun giorno di chiusura
300 metri a nord-est della Grande Moschea

Grande Moschea di Bursa

La Grande Moschea (Ulu Cami) risale al 1399 ed è uno dei maggiori monumenti di prima architettura ottomana della Turchia, con diversi elementi dell’Impero Selgiuchide che dominò in Anatolia durante il Medioevo.

Si tratta della moschea più grande della città e può ospitare circa 5.000 fedeli; l’edificio misura 55×70 metri e presenta in tutto 2 minareti.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
Sempre aperta, eccetto negli orari di preghiera
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
700 metri a sud della fermata della metro Şehreküstü

Grande Bazar di Bursa

Il Grande Bazar (Kapalı Çarşı in turco) non raggiunge di certo le dimensioni di quello di Istanbul, ma è un mercato coperto in cui si possono trovare un gran numero di prodotti, in particolare in ambito tessile, grazie alla fama della città nella lavorazione della seta.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30 – 19:00
Domenica
Gratuito
100 metri a nord della Grande Moschea

Tomba e Moschea Verde

Il complesso di Yeşil (Verde) ospita l’omonima moschea, Yeşil Camii, ed un mausoleo in cui è custodita la tomba del quinto sultano ottomano Mehmed I, che regnò dal 1413 al 1421.

L’edificio, con base ottagonale, venne costruito un paio di anni dopo la sua morte, col nome che fa riferimento al colore verde-blu delle piastrelle delle decorazioni interne.

Yeşil türbe-Bursa - panoramio (6)

HALUK COMERTEL, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 20:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
350 metri ad est del Ponte di Irgandı

Torre dell’Orologio di Tophane

La Torre dell’Orologio di Tophane si trova in una posizione rialzata e panoramica, dove sorgeva una volta la Cittadella di Bursa e da cui osservare gran parte della città; è stata inaugurata nel 1905 in sostituzione di una precedente torre che aveva le stesse funzionalità.

Ha 6 piani, è alta 33 metri e viene utilizzata attualmente anche come stazione di vedetta antincendio.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
700 metri a nord-ovest della Grande Moschea

Villaggio Ottomano di Cumalıkızık

Cumalıkızık era un piccolo villaggio rurale ormai assorbito nella periferia sud-orientale di Bursa; assieme agli altri monumenti principali della città è incluso nei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO, come luogo di nascita dell’Impero Ottomano, che successivamente espanse di molto la sua influenza.

Il villaggio ha conservato l’atmosfera di un tempo, con vecchie case in stile ottomano in legno e mattoni e strette strade di ciottoli; diversi edifici sono oggi adibiti a bar, caffè o ristorante.

Old House in Cumalıkızık vilages

Ayratayrat, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
11 km ad est del centro città

Parco Nazionale di Uludağ

Il Parco Nazionale di Uludağ è stato istituito nel 1961 nell’area del Monte Uludağ, che coi suoi 2.543 metri è la vetta più alta della regione di Marmara; è una meta molto popolare e frequentata sia d’estate che d’inverno, grazie alla sua vicinanza a Bursa.

Oltre che tramite una strada che in pochi chilometri dalla città porta all’ingresso del parco, dal versante occidentale, è inoltre accessibile da alcuni anni attraverso una comoda funivia che parte dalla periferia di Bursa; quasi 3/4 del suo territorio è costituito da foreste di vario genere (latifoglie, conifere, faggi).

Durante i mesi più caldi si possono percorrere sentieri di diversa difficoltà, fino a raggiungere una decina di laghi alpini glaciali, la vicina massima cima del Monte Uludağ o le Cascate Aras; in inverno si trasforma invece nella maggiore località sciistica della Turchia, grazie ad un periodo di innevamento di 4-5 mesi ed a una buona offerta ricettiva, così da essere sulle piste nel giro di pochissimi minuti.

La fauna è costituita dagli animali tipici dell’ambiente alpino, compresi lupi ed orsi, così come da una gran varietà di rapaci ed uccelli in genere; numerose anche le piante endemiche di questa zona, che non si trovano in altre parti della Turchia.

Uludağ zirve

Arif miletli, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
6:00 – 22:00
Nessun giorno di chiusura
14 Lire Turche per una moto
21 Lire Turche per un automobile
Entrata stradale 20 km a sud di Bursa

Funivia Bursa-Uludağ

La Bursa Teleferik, coi suoi 8,8 chilometri di lunghezza divisi fra 3 tronchi, è una delle funivie più lunghe del Pianeta; è stata inaugurata nel 2014 e permette di raggiungere il Parco Nazionale del Monte Uludağ in 25 minuti, superando un dislivello di 1.400 metri partendo direttamente dalla città di Bursa.

Purtroppo gli stranieri devono pagare un prezzo oltre il triplo più alto rispetto alla popolazione locale, con biglietto comunque in linea col costo di impianti di risalita italiani o di altre località europee.

Bursa Uludağ Milli Parkına giden Teleferik

Elnur Ahmadov, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
10:00 – 19:00
Nessun giorno di chiusura
300 Lire Turche (250 bambini) (a/r)
250 Lire Turche (210 bambini) (solo andata)
90 Lire Turche (a/r per i turchi)
Stazione a monte 2,5 km a sud-est della Grande Moschea

Moschea di Emir Sultan

La Moschea di Emir Sultan è uno dei luoghi di culto più importanti di Bursa; nelle sue vicinanze sorge un cimitero con lo stesso nome.

Anche se la moschea originale risaliva al XIV secolo, venne in seguito ricostruita due volte, nel 1804 ed infine nel 1868, alcuni anni dopo un violento terremoto che la danneggiò seriamente, per cui il suo aspetto attuale è più moderno rispetto alla Grande Moschea.

Bursa Emir Sultan Camii 7109

Dosseman, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sempre aperta, eccetto negli orari di preghiera
Nessun giorno di chiusura
Gratuita
800 metri ad est della Tomba Verde

Tombe di Osman e Orhan Gazi

Osman Gazi è stato il fondatore e primo sultano dell’Impero Ottomano, dal 1299 al 1324, prima di morire, negli anni in cui venne conquistata Bursa, e lasciare il ruolo al figlio Orhan.

Le tombe dei primi due sovrani ottomani si trovano proprio nella città di Bursa, capitale dell’impero fra il 1326 ed il 1365; l’edificio che le contiene è situato nell’antica Cittadella, con le tombe che risalgono agli anni successivi al 1855, anno in cui la città venne devastata da un potente terremoto, il quale danneggiò in maniera irreparabile le tombe originarie.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
9:00 – 18:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuite
Nel Parco di Tophane, 600 metri a nord-ovest della Grande Moschea

Complesso di Muradiye

Il Complesso di Muradiye, con la relativa moschea, è stato commissionato dal sultano Murad II; completato nel 1426, contiene 12 tombe appartenenti in gran parte a suoi familiari.

Danneggiato gravemente dal terremoto del 1855, ha subito un paio di processi di ristrutturazione, con l’ultimo conclusosi nel 2015; ospita altri edifici sia religiosi che civili, come dei bagni ed una madrasa, dove si impartivano insegnamenti di religione e diritto.

Bursa Muradiye Külliyesi Mezar Taşları 2019

Mehmet TORUN (mesaj), CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
7:00 – 19:00
Nessun giorno di chiusura
Gratuito
1,3 km a sud-ovest della fermata della metro Merinos

Giardino Botanico e Zoo

l Giardino Botanico è un grande parco gratuito inaugurato nel 1998, dove è possibile visitare giardini di vario stile, come quelli giapponese e francese, oppure semplicemente rilassarsi qualche ora.

Ad est del parco sorge uno zoo, luogo magari da visitare se si viaggia con bambini, dove gli animali hanno uno spazio decente se rapportato a quello di altre strutture di questo genere.

Botanik park *Bursa.09 MARCH 09 - panoramio

HALUK COMERTEL, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:00 – 23:00 (giardino botanico)
9:30 – 17:30 (zoo – da novembre a febbraio)
9:30 – 18:30 (zoo – da marzo a maggio e da settembre ad ottobre)
9:30 – 19:30 (zoo – da giugno ad agosto)
Nessun giorno di chiusura
Gratuito (giardino botanico)
12 Lire Turche (zoo)
5 km a nord-ovest del centro città

Albero Storico di Inkaya

L’albero di Inkaya, un platano di 600 anni dal diametro di 3 metri e con un’altezza di 35 metri, è ritenuto uno degli alberi più antichi della Turchia; si trova nel villaggio di İnkaya, sulle pendici del Monte Uludağ, in un’area che offre bei panorami sulla città.

Tarihi Çınar 600 Yaşında -İnkaya köyü-Bursa - panoramio

HALUK COMERTEL, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
3,5 km a sud-ovest del Museo di Karagoz

Museo della Città di Bursa

Nel museo di Bursa si può conoscere la storia di questa città, sia più recente che di qualche secolo fa, grazie a manufatti di vario genere ed epoche, come vestiti, mezzi di locomozione, utensili ed oggetti di uso quotidiano.

KENT MÜZESİ BURSA-HEYKEL - panoramio (7)

Mustafa DUMAN, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
9:30 – 17:30
Lunedì
Gratuito
600 metri a sud-est della Grande Moschea

Museo di Karagoz

Il Museo di Karagoz è incentrato sui due personaggi principali del teatro d’ombre tradizionale turco, Karagöz e Hacivat; si tratta di un museo che vi aiuterà a comprendere meglio questa interessante tradizione folcloristica.

Bursa Karagöz Museum exterior 7557

Dosseman, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
9:30 – 17:30
Lunedì
Gratuito
800 metri a sud-ovest della fermata della metro Sırameşeler

Ponte di Irgandı

Lo storico Ponte di Irgandı è piuttosto particolare e può essere paragonato al Ponte Vecchio di Firenze, in quanto sui suoi lati sono presenti dei negozietti e dei laboratori di artigianato tradizionale, oltre che un piccolo caffè.

Ha circa 600 anni, con le attività commerciali aperte generalmente dalle 10:00 alle 21:00/22:00, a seconda del giorno.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
400 metri ad ovest della Tomba Verde

Parco di Hüdavendigar

Il Parco di Hüdavendigar è uno degli spazi verdi più grandi della città; si trova ad ovest del centro storico, sulle rive del fiume Nilüfer, che può essere attraversato tramite un moderno ponte ciclo-pedonale.

Hudavendigar Park and Nilufer River in Bursa

Mysia Bithynia, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
2,2 km ad ovest del Museo di Karagoz

Parco Culturale di Reşat Oyal

L’altrettanto ampio Parco Culturale di Reşat Oyal è un’altra delle aree verdi più apprezzate della città, grazie ad un laghetto, diversi caffè ed un teatro all’aperto dove si tengono concerti; al suo interno si trovano inoltre il Museo Archeologico di Bursa ed un parco di divertimenti.

Bursa, Kültürpark

Babatolian, Public domain, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
A sud-ovest della fermata della metro Merinos

Penisola di Gölyazı

Gölyazı, sull’omonima penisola posta sulle rive nord-orientali del Lago Uluabat, è un piccolo e pittoresco villaggio a 40 chilometri dalla città di Bursa.

Si tratta di una interessante meta sia storica, con alcuni edifici molto antichi, che naturalistica, in cui si possono tuttora osservare i pescatori all’opera nel lago, impegnati a vendere il pesce oppure che riparano le reti danneggiate.

Gölyazı balıkçısı

Arif miletli, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
40 km ad ovest di Bursa