Cappadocia: cosa vedere

La Cappadocia è una regione abbastanza estesa, ma gran parte delle attrazioni turistiche sono situate in un’area molto più piccola, corrispondente al Parco Nazionale Storico di Göreme, che occupa un’area di circa 100 chilometri quadrati.

Per i siti più lontani vengono comunque organizzate escursioni giornaliere, comode se non si ha un mezzo a propria disposizione; in diversi casi i luoghi più significativi si possono anche raggiungere a piedi, oltre che coi mezzi pubblici o privati.

Se visiterete diversi musei ed attrazioni a pagamento in Turchia e Cappadocia, valutate l’acquisto del Museum Pass Turkey (1000 Lire Turche), valido 15 giorni su tutto il territorio nazionale oppure del Museum Pass Cappadocia, che dura 3 giorni e costa 400 Lire Turche ed include le città sotterranee, il Museo all’Aperto di Göreme, la Valle di Ihlara ed alcuni altri siti archeologici.

Foto di Turchiapertutti.it

Camini delle Fate

Con “camini delle fate” si intendono delle particolari rocce a forma di piramide, che si stringono verso l’alto e che in Cappadocia sono presenti in varie forme e dimensioni, sparse soprattutto nelle aree attorno a Göreme.

Sono costituiti da tufo e si sono originati dall’azione eruttiva dei vulcani della regione ed in seguito modellati dall’erosione operata dagli agenti atmosferici (pioggia, vento); quelli più grandi sono stati scavati ed utilizzati come abitazioni, rifugi o luoghi di culto fin dall’antichità.

I camini delle fate sono presenti in varie zone, con quelli più famosi ed affollati, specialmente in alta stagione, localizzati nella valle di Pasabag, a metà strada fra Avanos e Göreme, ma se ne trovano di molto belli anche vicino ad Ürgüp e poco fuori Göreme.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 17:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 19:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
65 Lire Turche (ticket valido anche per il Museo all’Aperto di Zelve)
5 km a sud di Avanos
6 km a nord-est di Göreme

Castello di Uçhisar

I castelli in Cappadocia sono differenti da quelli classici europei, in quanto sono stati costruiti sfruttando la roccia vulcanica molto malleabile dell’area, quindi somigliano più a delle fortezze rocciose bucherellate con numerosi anfratti, che permettevano di controllare le aree circostanti.

Il castello di Uçhisar si trova nel paese più elevato del parco nazionale, a 1.350 metri circa, ed è perciò uno dei punti panoramici più spettacolari della Cappadocia, visto che dalla sommità lo sguardo può spaziare a 360° per molti chilometri; interessante vedere anche come sono state scavate le stanze all’interno della roccia.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
7:30 – 18:30 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
5:00 – 21:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
50 Lire Turche
Nel centro di Uçhisar
5 km a sud-ovest di Göreme

Valle dei Piccioni

La Valle dei Piccioni si trova fra Uçhisar e Göreme ed è lunga circa 4 chilometri, durante i quali si possono ammirare splendidi paesaggi, fra vegetazione, grotte e rocce; ha preso questo nome perché è popolata da un gran numero di piccioni, di cui si raccoglievano gli escrementi da utilizzare poi nei campi come fertilizzante.

Il trekking si può intraprendere da entrambe le località, col sentiero che presenta più discesa partendo da Uçhisar, oppure anche a metà strada circa, arrivando dalla strada che collega i due borghi; per il percorso completo servono 1-2 ore, a seconda del vostro passo e delle soste intermedie effettuate.

La valle si chiama Güvercinlik Vadisi in turco ed è segnalata con dei cartelli in cui è raffigurato un piccione stilizzato, facilmente riconoscibile, anche se in alcuni tratti la segnaletica è scadente e può indurre a sbagliare sentiero.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Inizio sentiero a Göreme dalla strada Uzum Dere
Inizio sentiero a Uçhisar dalla strada Adnan Menderes, di fronte all’oreficeria Göreme Onyx

Museo all’aperto di Göreme

Nell’area rocciosa a sud-est di Göreme, trasformata dal 1967 in un museo, vennero scavate durante il periodo bizantino numerose chiese e cappelle greco ortodosse, diventate oggi una delle attrazioni più interessanti di tutta la Cappadocia.

Il Museo all’Aperto di Göreme vi permette di visitare gli interni di diverse chiese, nelle quali si trovano alcuni splendidi dipinti ed affreschi, alcuni dei quali restaurati e riportati allo splendore originario, con rappresentate varie scene bibliche.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 17:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 19:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
150 Lire Turche
50 Lire Turche supplementari per la Dark Church
1,5 km dal centro di Göreme

Città Sotterranea di Derinkuyu

In Cappadocia è stata stimata l’esistenza di circa 150-200 insediamenti situati sotto il livello del suolo, delle vere e proprie città sotterranee autosufficienti scavate nella tenera roccia vulcanica per sfuggire all’assedio del nemico di turno.

La Città Sotterranea di Derinkuyu è la più grande fra quelle scoperte in Turchia e poteva ospitare diverse migliaia di persone; si sviluppa su 11 livelli fino ad una profondità di 85 metri ed aveva lunghi tunnel di collegamento con altre città della zona.

Si pensa che le prime stanze vennero scavate già dai Frigi, a partire dal VII secolo a.C., con la città in seguito ampliata durante il periodo bizantino; aveva un sistema di aerazione e diverse piccole aperture in alto in modo da far penetrare l’aria esterna, mentre le entrate erano camuffate e sigillate con grossi massi.

Solo una piccola parte della città è stata aperta ai turisti, ma già così si può intuire la grandezza della stessa e l’impegno profuso per realizzarla ed ampliarla nel corso dei secoli; può essere piuttosto affollata in alta stagione e non è adatta a chi soffre di claustrofobia.

Derinkuyu Underground City

Bjørn Christian Tørrissen, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 17:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 19:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
100 Lire Turche
30 km a sud di Nevşehir
35 km a sud-ovest di Göreme

Città Sotterranea di Kaymakli

La Città Sotterranea di Kaymakli si trova qualche chilometro più a nord rispetto a quella di Derinkuyu, alla quale era collegata tramite una lunga serie di cunicoli.

Questa città è più piccola ed ha inoltre gallerie più strette ed in pendenza rispetto a quelle di Derinkuyu, risultando ancora più claustrofobica; in tempi più recenti diverse sue stanze sono state utilizzate come magazzini o cantine, in quanto la temperatura risulta piuttosto costante sui 13° C durante tutto l’arco dell’anno.

Come per Derinkuyu è possibile visitarne solo una piccola porzione, anche perché diverse aree non sono state ancora mappate o riscoperte.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 17:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 19:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
100 Lire Turche
20 km a sud di Nevşehir
25 km a sud-ovest di Göreme

Valle dell’Amore

La Valle dell’Amore (Aşıklar Vadisi in turco) deve il suo nome alla presenza di numerose formazioni rocciose dalla particolare forma fallica, alte fino a 40 metri; non è molto distante da Göreme e la si può raggiungere a piedi dal paese.

Si possono seguire vari sentieri per osservare tutta la vallata dall’alto da diversi punti panoramici oppure passare alla base di questi particolari pinnacoli, frutto di una elaborata erosione naturale della roccia vulcanica.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
2 km a nord-ovest di Göreme

Valle di Devrent

La Valle di Devrent, nota anche come Valle Immaginaria, presenta anch’essa delle formazioni rocciose dalla forma bizzarra, alcune delle quali sembrano degli animali, con una roccia in particolare che ricorda un cammello.

Si trova lungo la strada che da Avanos conduce ad Ürgüp, pressappoco a metà strada fra le due cittadine; le rocce in quest’area non sono mai state scavate ed usate come rifugi o chiese.

Devrent - Imagination Valley

Theugursevinc, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
6 km a nord-ovest di Ürgüp
7 km a sud-est di Avanos

Museo all’aperto di Zelve

Zelve era un antico insediamento con vari edifici scavati nei cosiddetti “camini delle fate”, che qui si trovano in densità molto elevata; oltre a rudimentali abitazioni si possono visitare alcune chiese e moschee, anch’esse ricavate all’interno di queste rocce di origine vulcanica.

Il museo si sviluppa in tre piccole valli ai piedi del Monte Aktepe, nella parte settentrionale del Parco Nazionale Storico di Göreme; offre inoltre degli spettacolari panorami su tutta l’area circostante.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 17:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 19:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
65 Lire Turche (ticket valido anche per i Camini delle Fate di Pasabag)
7 km a sud di Avanos
8 km a nord-est di Göreme

Valle di Ihlara

La Valle di Ihlara si trova nella provincia di Aksaray, poco meno di cento chilometri a sud-ovest di Göreme e delle altre località più turistiche della Cappadocia.

Si tratta di un canyon scavato dal fiume Melendiz, lungo 18 km e largo mediamente sui 200 metri, con pareti alte fino a 150 metri e nelle quali sono state scavate in epoca bizantina un centinaio di piccole chiese, con alcune di queste che si possono visitare.

È possibile accedere al canyon dall’omonimo paese di Ihlara oppure un paio di chilometri più a nord scendendo 400 scalini, passando poi dal minuscolo borgo di Belisırma e concludendo il trekking a Selime, attraverso sentieri presenti su entrambi i lati del fiume, per un totale di circa 10 chilometri per la sola andata, ma si può ovviamente decidere di percorrere solo una parte della valle.

Se non si dispone di un mezzo privato, è possibile visitarla nell’ambito dei Green Tour giornalieri organizzati da Göreme, che di solito includono anche una delle due città sotterranee di Derinkuyu o di Kaymakli.

Foto di Turchiapertutti.it

Informazioni pratiche

>

Visualizza posizione su Google Maps
8:30 – 17:00 (dall’1 Novembre al 31 Marzo)
8:30 – 19:00 (dall’1 Aprile al 31 Ottobre)
Nessun giorno di chiusura
90 Lire Turche (ticket valido anche per il Monastero di Selime)
Gratuita (bambini sotto gli 8 anni)
35 km a sud-est di Aksaray
85 km a sud-ovest di Göreme

Monastero di Selime

Il Monastero di Selime si trova nell’estremità settentrionale della Valle di Ihlara, lungo la strada che collega i due borghi di Yaprakhisar e Selime; come altri siti storici e culturali della Cappadocia è stato scavato nel tufo.

È il più grande edificio religioso di questo genere della regione ed è indicato come monastero o cattedrale; risale all’VIII e IX secolo d.C., mentre gli affreschi interni sono di qualche secolo più recenti.

Selime Monastery Turkey-20090908-DSCF0553

Jose Huwaidi, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30 – 17:00 (dall’1 Novembre al 31 Marzo)
8:30 – 19:00 (dall’1 Aprile al 31 Ottobre)
Nessun giorno di chiusura
90 Lire Turche (ticket valido anche per la Valle di Ihlara)
Gratuito (bambini sotto gli 8 anni)
27 km a sud-est di Aksaray
85 km a sud-ovest di Göreme

Castello di Ortahisar

Il Castello di Ortahisar è stato scavato su uno sperone roccioso dell’omonima località situata nella parte meridionale del Parco Nazionale Storico di Göreme; una fortificazione era presente già al tempo degli Ittiti, ma l’aspetto attuale risale al periodo bizantino.

Grazie alla facilità della lavorazione del tufo è stato possibile modellare questa piccola montagnola, scavando una sorta di fortezza, da cui controllare in maniera ottimale il territorio; dal castello si ha un bello sguardo sia sul borgo sottostante che sull’affascinante paesaggio della regione.

Cappadocia balloon trip, Ortahisar Castle (11893793775)

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 18:00
Nessun giorno di chiusura
10 Lire Turche
5 km a sud-est di Göreme
7 km ad ovest di Ürgüp

Valle Rossa

La Valle Rossa (Kızılçukur in turco) si trova nei pressi di Göreme ed è chiamata così per la colorazione rossastra e rosa delle rocce, caratteristica che risalta maggiormente in prossimità del tramonto.

Si può percorrere la valle a piedi, a cavallo oppure partecipando ad un tour in quad, circondati da un paesaggio che si trova solamente in Cappadocia, con formazioni rocciose di diverse grandezze e forme, alcune delle quali sono state lavorate dall’uomo per ricavarne rifugi o luoghi di culto; si raggiunge abbastanza comodamente anche a piedi dal centro di Göreme.

Cappadocia Red Valley

Kaan Kosemen, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
2-3 km a nord-est di Göreme

Valle delle Rose

La Valle delle Rose (Güllüdere) è situata nei pressi della Valle Rossa, per cui si visitano quasi sempre assieme; il colore delle rocce tende al rosa, ma varia nel corso della giornata a seconda dell’incidenza più o meno forte dei raggi solari, oltre che dalla loro inclinazione.

Anche qui si trovano formazioni rocciose di vario genere, con alcune di queste scavate molti secoli fa per renderle dei rifugi abitabili o delle piccole chiesette greco ortodosse.

Güllüdere Vadisi (1)

Ji-Elle, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
2-3 km a nord-est di Göreme

Città Sotterranea di Özkonak

La Città Sotterranea di Özkonak si trova a nord di Göreme, a differenza delle più note Derinkuyu e Kaymakli; può essere visitata in alternativa alle due città precedenti, specialmente in alta stagione quando c’è molto affollamento nella regione.

L’area visitabile di questo insediamento sottoterra è minore rispetto a quelle di Derinkuyu o Kaymakli, ma il tour risulta comunque interessante; è stata riscoperta solamente nel 1972 e si sviluppa su 10 livelli, con diverse parti che non sono state ancora esplorate ed altre utilizzate come magazzini, grazie alla temperatura fresca e costante delle stanze.

Özkonak - Untergrundstadt 11

Wolfgang Sauber, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:00 – 17:00 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:00 – 19:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
50 Lire Turche
15 km a nord di Avanos
25 km a nord di Göreme

Valle di Soğanlı

La Valle di Soğanlı si trova nella provincia di Kayseri, una cinquantina di chilometri da Göreme, nella parte sud-orientale della Cappadocia.

Come successo in altre aree della regione, anche qui nel periodo bizantino sono state scavate nella roccia un centinaio di chiese, grazie alla malleabilità del tufo, con alcune di esse che hanno conservato dei begli affreschi che valgono una visita.

L’antico insediamento di Soğanlı si può raggiungere solo con un mezzo privato oppure visitare nell’ambito dei tour organizzati dalle località del Parco Nazionale Storico di Göreme.

Fairy Castle at Soganli Valley, Turkey - panoramio

Adrian Farwell, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
8:30 – 17:30 (dall’1 Ottobre al 31 Marzo)
8:30 – 19:00 (dall’1 Aprile al 30 Settembre)
Nessun giorno di chiusura
20 Lire Turche
55 km a sud di Göreme

Chiese di Çavuşin

Çavuşin è un piccolo insediamento situato lungo la strada che da Avanos conduce a Göreme, famoso soprattutto per le tante chiese di origine bizantina scavate nelle formazioni rocciose adiacenti.

Fra questi edifici religiosi di particolare valore la Chiesa di San Giovanni Battista, risalente al VI secolo d.C., con le sue pareti interne affrescate, anche se le condizioni di conservazione non sono ottimali ed in certi casi piuttosto scarse.

Çavuşin-Ancienne église transformée en mosquée

Ji-Elle, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
4 km a nord di Göreme
5 km a sud di Avanos

Museo della Ceramica di Güray

Nella cittadina di Avanos si lavora da tantissimi secoli l’argilla raccolta dal fiume Kızılırmak, con abili artigiani locali che creano vari oggetti in ceramica, venduti nei loro negozi ed in tutta la Turchia.

Nel Museo della Ceramica di Güray sono esposti sia pezzi storici che altri di arte moderna; è inoltre possibile, pagando un supplemento, creare un vaso con le proprie mani in un apposito laboratorio.

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
9:00 – 18:00 (dall’1 Novembre al 31 Marzo)
9:00 – 19:00 (dall’1 Aprile al 31 Ottobre)
Nessun giorno di chiusura
30 Lire Turche
Nella parte sud-ovest di Avanos, lungo la strada Dereyamanlı
9 km a nord di Göreme

Temenni Tepesi

La Temenni Tepesi (Collina dei desideri) è un’altura che domina la cittadina di Ürgüp, sulla quale si trovano un piccolo museo ed una terrazza panoramica con un bar; lungo la salita si incontrano inoltre vari negozietti e case storiche.

La vista spazia sulla vallata sottostante e sulle montagne dei dintorni, anche se non è paragonabile per bellezza a quella che si ha dai castelli di Uçhisar e di Ortahisar.

Temenni Tepesi

Buzancar, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni pratiche

Visualizza posizione su Google Maps
10 Lire Turche (museo)
Nel centro di Ürgüp, lungo la strada Kılıç Arslan
8 km ad est di Göreme